Categorie
Vie Alternative

#SocialSìCretiniNo: una campagna per l’istruzione digitale, contro il terrore

24 ottobre 2018: “L’anonimato nell’espressione del pensiero infatti ha ragione di esistere nei regimi illiberali, non certo in uno Stato democratico dove è la norma fondante stessa a garantire la libera espressione del pensiero con ogni mezzo”. Secondo il senatore Cangini, che insieme ad altri nomi come Bernini e Pagano depose la proposta di legge […]

Categorie
Vie Alternative

Etica Digitale presenta: circolo di lettura online

Conoscere il digitale, insieme

Categorie
Tecnologie autoritarie

2020: Odissea nello spaccio (di dati)

Di come la scuola italiana abbia dato il peggio di sé con la tecnologia, finendo con noncuranza nell’illegalità

Categorie
Analisi

Sorvegliare è punire

Apologia del terrorismo sull’insensibilità del mondo

Categorie
Tecnologie autoritarie

COVID-19: nei paesi senza privacy e informazione

Dall’Armenia all’India, 11 paesi che hanno dimostrato in questi mesi quello che succede quando i diritti alla privacy e all’informazione libera non sono contemplati

Categorie
Tecnologie autoritarie

Cara distopia: l’istruzione ai tempi del COVID-19

Come medie, superiori e università in Italia costringano a una scelta tra il diritto allo studio e quello alla privacy, e sull’incapacità di adattarsi

Categorie
Analisi

Test universitario online CISIA: perché è inadeguato e non andrebbe fatto

Dal software con scopi commerciali Zoom sino agli sbarramenti economici

Categorie
Vie Alternative

Cliqz: il motore di ricerca indipendente chiude i battenti

Progetto nato nel 2008, Cliqz si arrende dinnanzi a ciò che reputano un continuo postporre dell’Unione Europea

Categorie
Tecnologie autoritarie

Quando il videogioco diventa una scelta politica: di Tencent, Blizzard e Riot Games

Cosa succede quando una delle case produttrici di videogiochi più grosse al mondo è in mano a un regime totalitario?

Categorie
Tecnologie autoritarie

COVID-19: come la censura e le sanzioni stanno uccidendo gli iraniani

La mancanza di comunicazione, schiacciata da tutti i fronti, è un serio pericolo nella pandemia